Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Caratteri di differenziazione degli squali

Gli squali appartengono al superordine Selachimorpha nella sottoclasse Elasmobranchi nella classe dei Condritti. Gli Elasmobranchi includono anche le razze; i Condritti anche le chimere.

Attualmente si pensa che gli squali formino un gruppo polifiletico: alcuni squali sono più strettamente imparentati alle razze di quanto lo siano altri squali.

Il superordine Selachimorpha è diviso in Galea (o Galeomorphii), e Squalea.

I Galeomorphii sono gli Heterodontiformi, gli Orectolobiformi, i Lamniformi e i Carcharhiniformi. I Lamnidi e i Carcarinidi sono di solito collocati in un clade ma studi recenti mostrano che i Lamnidi e gli Orectolobidi sono un clade.

Alcuni scienziati ora pensano che gli Heterodontidi potrebbero essere del clade Squalea.

Il clade Squalea è diviso in Hexanchoidei e Squalomorpha.

Il clade Hexanchoidei comprende gli Hexanchiformi e i Chlamydoselachiformi.

Il clade Squalomorpha contiene gli Squaliformi e il clade Hypnosqualea.

Il clade Hypnosqualea potrebbe non essere valido. Esso comprende gli Squatiniformi, e la Pristorajea, che può anche non essere valido, ma include i Pristiophoriformi e il clade Batoidea.

Più di 440 specie di squali sono suddivisi in 8 ordini, di seguito elencati circa la loro relazione evolutiva dall'antico al moderno:

  • Hexanchiformi: assenza di pinna anale, hanno una pinna dorsa e sei o sette fessure branchiali;
  • Squaliformi: presenza di pinna anale, corpo non appiattito e capo non allungato;
  • Pristiophoriformi: questi sono gli squali sega, con un rostro allungato e dentellato che usano per tagliare la preda;
  • Squatiniformi: conosciuti anche come squali angelo, sono squali appiattiti con una forte somiglianza con le razze;
  • Heterodontiformi: presenza di spine dietro le pinne dorsali sono generalmente indicato come squali testa di toro o squali cornuti;
  • Orectolobiformi: assenza di spine dietro le pinne dorsali, bocca davanti allalinea degli occhi, sono comunemente noti come squali tappeto;
  • Carcharhiniformi: l’ordine include la verdesca, lo squalo tigre, lo squalo Zambesi, lo squalo grigio, lo squalo pinna nera di scogliera, lo squalo di scogliera dei Caraibi, lo squalo di scogliera dalla coda nera, lo squalo di scogliera pinna bianca e il longimano (chiamati collettivamente squali requiem) assieme ai palombi, ai gattucci e agli squali martello. Essi sono caratterizzati da un muso allungato e da una membrana nittitante che protegge gli occhi durante un attacco.
  • Lamniformi: essi sono comunemente noti come squali maccarello. L’ordine include lo squalo goblin, lo squalo elefante, lo squalo Megamouth, gli squali volpe, gli squali mako (dalle pinne corte e dalle pinne lunghe) e il grande squalo bianco. Si distinguono per le loro mascelle grandi e per la loro riproduzione ovovivipara. I Lamniformi includono il Carcharodon megalodon.

   
© 1999-2017 Squali.com  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti