Il sito italiano sugli squali




Gli squali fossili

Anomotodon

ARAMBOURG 1952
Squalo Goblin Estinto
Cretaceo inferiore - Eocene
Ordine Famiglia
Lamniformi, COMPAGNO 1973 Mitsukurinidae JORDAN 1898

Dell'onnipresente squalo Goblin nel Medio-Atlantico del Cretaceo, sopravvive soltanto una debole ombra nel Cenozoico, con la presenza degli Anomotodon. Non riesco a stabilire le caratteristiche attraverso le quali si giudicano questi denti come appartenenti alla famiglia Mitsukurinidae, ma mi inchino a chi ne sa piu' di me. Anche accettando queste assegnazioni, mi meraviglio del perche' un dente descritto da Cappetta (1987) come avente una "faccia linguale con pieghe ben marcate e piuttosto numerose, generalmente appare liscia, perfino sotto una lente. Similmente al linguaggio, l'identificazione dei denti fossili non e' sempre logica, ma spesso convenzionale. Con questo ho detto. . . .

Cappetta (1987) attribuisce il genere al Cretaceo Inferiore attraverso l'Eocene, ed estende il possibile ambito temporale al Miocene Inferiore, nel caso che A. cravenensis (CASE 1980) fosse giudicato valido.
Il genere e' virtualmente a distribuzione globale, con esemplari trovati in Europa, Nord Africa, Giappone e Nord America. Sono inclusi:

  • A. plicatus ARAMBOURG 1952 --Cretaceo Superiore: Santoniano-Maastrichtiano;
  • A. cravenensis CASE 1980 --Miocene Inferiore - Nord Carolina;
  • A. novus (WINKLER 1874) --Eocene Medio - Europa & Nord America;
  • A. principalis CAPPETTA 1975 --Cretaceo Inferiore - Francia and Giappone;
  • A. senessei (LERICHE 1936) --Cretaceo Superiore - Francia;
  • A. sheppeyensis (CASIER, 1966) --Eocene Inferiore - Enghilterra.
  • Cappetta ha rilevato denti di questo genere in Africa Orientale.
  • Kent (1994) rileva A. novus rappresentato in sedimenti Aquiani (Paleocene) e Nanjemoyani (Eocene).
  • Case (1994) rileva denti di Anomotodon di una possibile nuova specie nel tardo Paleocene - primo Eocene del Mississippi.
Tutti questi denti sono molto piu' robusti di quelli di A. novus.

Quando rinvenuti nelle esposizioni Medio-Atlantiche, le caratteristiche piu' evidenti di questi denti e' la loro (di norma) cuspide stretta e liscia e l'assenza di cuspidi laterali.
Cercando di dare un senso posizionale ai denti, Steve Cunningham ha prodotto la sequenza riportata in Figura 1.
 

Fig. 1 - Anomotodon novus
Da sinistra a destra (in alto)
anteriore inf. (12.2 x 6.8), anteriore sup. (11.3 x 8.0),
anterio-laterale sup. (7.0 x 6.0), laterale sup. (8.5 x 8.0),
Upr posterio-laterale sup (5.0 x 6.0 mm)
Formazione Nanjemoy (Eocene), Virginia

In aggiunta a A. novus, il Letto B dei sedimenti di Potapaco del Nanjemoy conservano un secondo dente-tipo di Anomotodon, riconosciuto come tale per primo da Cunningham e Ward. Questi denti si comparano positivamente con quelli di attribuiti a A. sheppeyensis.
 

Fig. 2 - cf Anomotodon sheppeyensis
laterale inferiore (9.6 x 10.5 mm)
Formazione Nanjemoy (Eocene), Virginia

© 1999-2013 www.squali.com di Antonio Nonnis