Il sito italiano sugli squali




Gli squali fossili

Delpitoscyllium

NOUBHANI & CAPPETTA, 1997
Squalo nutrice estinto
Paleocene - Eocene
Ordine Famiglia
Orectolobiformi APPLEGATE 1972 Ginglymostomatidae GILL 1862

Questo genere fu costituito denti precedentemente inclusi in Ginglymostoma, ma che mostrarono una quantita' di differenze morfologiche con altri denti appartenenti a quest'ultimo genere. Noubhani & Cappetta (1997) giudicarono rilevanti:
  • 1) denti compressi lateralmente con elongazione labio-linguale in tutte le pozioni (in relazione ad altri menbri del genere);
  • 2) basso numero di cuspidi laterali (non piu' di due paia);
  • 3) una forte cresta medio-verticale sulla faccia labiale della cuspide centrale.

    A questo genere viene ascritta

una singola specie - Delpitoscyllium africanum LERICHE 1927, i cui denti sono stati rinvenuti nel Paleocene (Daniano & Thanetiano) dell'Africa piu' occiddentale (Morocco, Cabinda, Zaire) e nel Paleocene (Selandiano) e Eocene (Ypresiano) Del Nord America orientale (Maryland and Virginia).

Nel descrivere questo genere, gli autori notarono che i denti sono piu' lunghi che larghi, con una cuspide triangolare e un paio (il secondo paio in posizione laterale) di cuspidi laterali divergenti. Queste di sviluppano in basso dalla faccia della corono, ma si proiettano relativamente in alto. Il grambiule, e' lungo ed ampiamente arrotondato nelle file anteriori (Fig.1) e leggermente bifido (Fig. 2) nelle file laterali. La protuberanza fortemente proiettata medio-lingualmente della corona non copre completamente la radice, che e' piuttosto alta, con elongazione labiolinguale, profilo a forma di cuore e la faccia basale debolmente convessa. Il forame centrale e' largo ed ellitico, posizionato lingualmente nel solco nutrizionale. E' presente anche un forame margino-linguale.
 


Fig. 1 Nanjemoy Frm (Eocene)
Delpitoscyllium africanum
larg. 3.5, 3.3, 4.0 mm
dalla collezione di Mike Folmer

Fig. 2 Aquia Frm (Paleocene)
Delpitoscyllium africanum
larg 3.5, prof. 3.2 mm

© 1999-2013 www.squali.com di Antonio Nonnis