Il sito italiano sugli squali




Gli squali fossili

Rhincodon

SMITH 1829
Squalo balena
Oligocene - Recente
Ordine Famiglia
Orectolobiformes APPLEGATE 1972 Rhiniodontidae MÜLLER & HENLE 1839


Il piu' grande pesce vivente e' il Rhincodon typus (anche Rhiniodon typus SMITH, 1828) - lo squalo balena. E' una specie presente in tutti mari tropicali e caldo-temperati, trovata sia in singoli esemplari che in gruppo. Questi squali assumono il cibo mediante filtrazione, nutrendosi non solo di plancton ma anche di piccoli crostacei, calamari e pesci di dimensioni medio-piccole.
Altamente migratori, sono conosciuti nell'Atlantico occidentale (da New York al Brasile centrale), Atlantico orientale (dal Senegal all'Angola), nell'Oceano Indiano (e Mar Rosso), Pacifico occidentale (dall'Australia al Giappone) e Pacifico orientale (dalla California al Cile).
Questi squali pelagici possono essere avvistati non solo al largo, ma anche in acque costiere, e spesso entrano dentro lagune o atolli corallini.
Lo sgualo balena e' grande, normalmente non supera i 13 metri ma sono stati registrati esempalri di 18-20 metri. Ha una testa larga e appiattita con una grande bocca terminale espansa trasversalmente. Possiede numerosi denti omogenei con piccole cuspidi singole, disposti in 300 (Compagno, 1984) o piu' file in ogni mascella.

Lo squalo balena annovera resti fossili che risalgono indietro nel Paleogene (vdei: Palaeorhincodon). Il design dei  denti delle specie moderne puo' essere rintracciato nell'Oligocene (Formazione del Chandler Bridge) del Sud Caroline. Durante il Miocene, sono rappresentati nella fauna del Lupiano in Francia (Compagno 1970) e Lee Creek (Pungo River) nel Noed Carolina. Questi denti sono presenti anche nello Yorktown (tardo Pliocene), e Kent (1994) li include nel Miocene e Pliocene (formazioni  Calvert & Yorktown) del Maryland e Virginia.

I denti sono piccoli (raggiungono i 6 mm) con un corpo piu' basso (se visto lateralmente), e una corona piu' alta e sottile. La facci alinguale della corona e' perpendicolare alla faccia basale della radice, e la labiale e' diretta lingualmente. La cuspide e' liscia, genera un margine tagliato e il suo orlo si estende basalmente ben sotto la faccia della radice.

La radice e' bilobata, allungata lungo l'asse labio-linguale e compressa lateralmente. Il solco nutrizionale e' distinto, allargandosi labialmente e crescendo piu' profondo lingualmente. Posteriormente al solco risiede un grande forame, e lateralmente le faccie dei lobi portano forami marginali. La superficie superiore della radice possiede evidenti rivestimenti di malto.
 
Fig. 1 Rhincodon sp - Oligocene
Chandler Bridge Formation, South Carolina
Fig. 2 Rhincodon cf typus - Miocene
alt.: 5.4, larg.: 2.8, prof: 4.2 mm
Pungo River, North Carolina

© 1999-2013 www.squali.com di Antonio Nonnis