Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

La scala del tempo geologico

Scala semplificata del tempo - Scala dettagliata del tempo
In geologia si possono sostenere poche discussioni senza fare riferimento al tempo geologico o meglio alle vicende che nel corso nel corso di miliardi di anni hanno segnato la storia del nostro pianeta.

Il tempo geologico è solitamente suddiviso secondo due criteri differenti:
  • 1) Suddivisioni relative di tempo (Tempo Cronostratigrafico) in un ordine specifico basato sui rapporti relativi di età degli strati geologici. A queste suddivisioni sono date solitamente dei nomi specifici e la maggior parte di queste suddivisioni sono state riconosciute a livello mondiale in base alla presenza di determinati fossili.
  • 2) Età numeriche assolute di tempo (Tempo Cronometrico) espresse in milioni di anni. Queste sono ottenute comunemente grazie ai metodi di datazione radiometrici effettuati su particolari elementi costituenti le rocce.
Bisogna quindi pensare sia ad un tempo relativo riconducibile alle suddivisioni fisiche della rocce studiate dalla stratigrafia ed ad un tempo assoluto. Le misure assolute di tempo possono essere usate per calibrare la scala del tempo relativo, producendo una scala temporale geologica o " geochronologica " integrata.

È importante rendersi conto che acquisendo nuove informazioni sulla suddivisione o sulla correlazione del tempo relativo, oppure nuove misure di tempo assoluto, le date applicate alla scala temporale possono cambiare. Le prime revisioni della scala temporale relativa sono iniziate alla fine del 1700. La scala temporale geologica numericamente calibrata è stata raffinata continuamente a partire dagli anni '30 (per esempio Holmes, 1937), anche se le percentuali di cambiamento con ogni revisione sono diventate sempre più piccole durante le ultime decadi.

In più, come ogni misura scientifica, ogni confine di tempo presenta un' incertezza connessa con esso, espresso anche come " + - milioni di X di anni ". Questi non possono essere inclusi nei vari schemi per motivi pratici, ma possono essere trovati nella letteratura scientifica, con una descrizione dettagliata della storia delle scale temporali via via proposte e della terminologia, della metodologia e dei dati utilizzati nella costruzione della scaletta temporale geologica.

A causa del perfezionamento continuo, nessuno dei valori rappresentati negli schemi dovrebbero essere considerati definitivi, infatti mentre alcuni non sono cambiati significativamente nel corso del tempo (per esempio, il passaggio Cretaceo / Terziario è stato individuato all'incirca intorno a 65 mil. anni fa. La durata generale e la lunghezza relativa di questi grandi intervalli geologici è improbabile che possa cambiare di molto, ma i numeri precisi possono variare come conseguenza di nuovi dati acquisiti.

Di seguito sono riportate alcuni esempi di scale del tempo geologico, si troveranno differenze non solo di datazione ma anche a volte di terminologia a dimostrazione del continuo mutare delle opinioni sull'argomento e la florida produzione scientifica nel campo soprattutto negli ultimi decenni.

Scala semplificata del tempo - Scala dettagliata del tempo

   
© 1999-2016 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti